entero-rm-igea-santantimo

 

L’Entero RM è una tecnica diagnostica che, tramite la risonanza magnetica, è utile allo studio dell’intestino tenue, l’area responsabile della maggior parte del processo digestivo.
A differenza dello stomaco e del duodeno, questa sezione di intestino, che connette lo stomaco all’intestino crasso, non è accessibile con la Gastroscopia e neppure con la Colonscopia, che è invece in grado di studiare il colon.
Per questi motivi l’Entero RM è uno strumento diagnostico fondamentale per la valutazione di diversi disturbi gastrointestinali. Inoltre, a differenza della TC non si basa sull’utilizzo di raggi X, quindi, grazie all’assenza di radiazioni, è particolarmente indicata in pazienti giovani con patologie o disturbi intestinali.

L’intestino tenue si occupa dei processi digestivi e dell’assorbimento dei nutrienti.
È avvolto da muscoli che si contraggono e rilassano ritmicamente per spingere la massa alimentare residua nell’intestino crasso che assorbe l’acqua e i sali minerali.
Quello che rimane assume la consistenza solida delle feci.

Il Centro Igea a Sant’Antimo esegue l’Entero RM con mezzo di contrasto, in convenzione con il SSN.

Che cos’è l’Entero RM

La Risonanza delle anse intestinali (Entero RM), attraverso la somministrazione di un mezzo di contrasto per via orale e un mezzo di contrasto paramagnetico iniettato per via endovenosa , consente di visualizzare nel dettaglio la parete e le anse intestinali, valutandone le eventuali alterazioni e fornendo ai medici dettagliate immagini tridimensionali. È una procedura innocua che non utilizza radiazioni, ma un campo magnetico.

Perchè si utilizza il mezzo di contrasto (MDC)

La somministrazione per via orale dell’MDC è necessaria a distendere il viscere e le anse intestinali per un’adeguata valutazione dello spessore della parete.

Il mezzo di contrasto per via orale consiste in circa due litri di soluzione da ingerire prima dell’esame, secondo le indicazioni fornite al momento della prenotazione e accettazione.

Inoltre, in alcuni casi, per una migliore valutazione degli organi interni, per differenziare le strutture vascolari rispetto a eventuali adenopatie (infiammazione dei linfonodi) e per verificare gli ispessimenti della parete intestinale, si inietta un mezzo di contrasto per via endovenosa composto da un liquido, il gadolinio che verrà in seguito eliminato dal corpo attraverso le urine.

L’Entero RM, attraverso il MDC, consente lo studio dell’intestino tenue senza ricorrere all’intubazione con sondino naso-gastrico come con l’Enteroscopia o l’Endoscopia digestiva.

A cosa serve la Risonanza Magnetica delle anse intestinali

L’Entero RM fornisce una serie di informazioni estremamente importanti nella diagnosi delle patologie infiammatorie di origine sconosciuta o in caso di controllo dello stato dell’intestino durante una malattia accertata. È molto utile soprattutto nella verifica delle complicazioni del Morbo di Crohn.

Precedentemente, l’esame dell’intestino tenue veniva effettuato attraverso una Enterografia con assunzione di Bario. L’Entero RM consente di ottenere molte più informazioni: infatti quest’indagine vede non soltanto l’interno dell’intestino ma anche la parete e gli strati intestinali, i vasi sanguigni, i linfonodi, il tessuto addominale chiamato mesentere e gli organi che circondano l’intestino.

Inoltre la Entero RM consente di valutare la peristalsi, cioè quel movimento dell’intestino tenue che determina la cosiddetta onda peristaltica, la contrazione ritmica che spinge il contenuto dell’intestino verso il colon e che risulta alterato in alcune patologie.

Nello specifico questo esame consente di individuare o tenere sotto controllo:

• malattie infiammatorie croniche intestinali, come il Morbo di Crohn e la colite ulcerosa;
• lesioni e anomalie vascolari, come l’Angiodisplasia;
• patologia diverticolare, come il Diverticolo di Meckel;
• Malassorbimento, come in caso di Celiachia;
Tumori benigni o maligni.

Anche se i tumori dell’intestino tenue sono piuttosto rari, l’Entero RM, insieme all’Entero TC, è uno degli esami strumentali di prima scelta per la valutazione di sospetto tumore o linfoma.

Chi deve sottoporsi a un’Entero RM

Quando esiste il sospetto di una malattia infiammatoria dell’intestino, il medico curante, per accertare la malattia, prescriverà sicuramente esami del sangue e delle feci e, infine, le necessarie indagini strumentali.

I sintomi che possono far sospettare una patologia a carico dell’intestino tenue sono:  

• gonfiore e dolore addominale;
• diarrea cronica;
• vomito;
• evacuazione difficoltosa;  
• perdite di sangue misto a feci;  
• perdita di peso;
• stanchezza cronica;
• febbre ripetuta.

Idoneità alla Entero RM con MDC

Questa procedura prevede l’utilizzo di un mezzo di contrasto, quindi il medico curante, in base a una serie di valutazioni e di esami, stabilirà se il paziente è idoneo.

Preparazione all’Entero RM con MDC

In caso di idoneità all’Entero RM con MDC è necessario seguire una procedura di preparazione.

Gli esami da effettuare qualche giorno prima sono: Azotemia, Glicemia, Creatininemia, ECG.

Nei giorni precedenti, i pazienti allergici (a pollini, cibi, farmaci, polveri, pelo di animali, etc.) dovranno effettuare una terapia desensibilizzante.

Il giorno dell’esame bisognerà evitare di indossare oggetti metallici perché potrebbero essere attratti e danneggiati dall’azione del campo magnetico (orologi, carte di credito, telefoni cellulari, occhiali, mollette per capelli, gioielli, chiavi, fibbie, protesi dentarie mobili). Evitare di indossare anche lenti a contatto. che possono deformarsi, e protesi acustiche, che possono guastarsi o interferire negativamente sull’esame.

È richiesto il digiuno nelle 6/8 ore antecedenti l’Entero RM.

Inoltre l’esame richiede una preparazione specifica che sarà indicata dal personale addetto alla prenotazione.

Come si esegue l’Entero RM

L’apparecchiatura per eseguire l’Entero M comprende un’ unità di scansione a forma di tunnel, nella quale viene fatto muovere un lettino scorrevole.

Dopo aver assunto il mezzo di contrasto per via orale, il paziente viene fatto accomodare sul lettino in posizione supina e il radiologo, con l’ausilio di un infermiere procederà all’inserimento della cannula per la somministrazione del mezzo di contrasto per via endovenosa.

Appena terminata l’iniezione del mezzo di contrasto, comincia l’esecuzione dell’Entero RM. Durante il procedimento, si sentiranno dei rumori abbastanza forti causati dall’emissione di onde radio. Per questo motivo saranno forniti degli appositi auricolari . Per tutta la durata dell’esame il paziente sarà collegato tramite interfono con il tecnico di radiologia che si trova nella sala comando.

Durante l’esame è necessario rimanere immobili sul lettino e seguire le indicazioni che saranno comunicate tramite l’interfono: sarà richiesto di inspirare e trattenere il respiro e, dopo qualche secondo, di respirare normalmente. Se il paziente non collabora e si muove durante l’esecuzione dell’esame, il rischio, infatti, è di ottenere immagini distorte e di scarsa qualità.

Un computer posizionato all’esterno della sala in cui si svolge l’esame catturerà le informazioni raccolte dall’unità di scansione.

Conclusa la RM, il paziente resterà in osservazione per pochi minuti.

Effetti collaterali dell’Entero RM

L’Entero RM è un esame indolore e privo di effetti collaterali.

I possibili lievi disagi sono collegati all’eventuale difficoltà di rimanere fermi per qualche minuto o al posizionamento di una flebo.

Quanto dura una Entero RM

Sebbene siano diverse le variabili che possono influire sulla durata di una RM, in genere l’esame si completa in 30 minuti.

L’apparecchiatura del Centro Igea S.Antimo

Il Gruppo Igea, sin dalla sua nascita, ha messo a disposizione dell’équipe medica le tecnologie più avanzate in ambito diagnostico radiologico.

Per eseguire la Entero RM disponiamo di una RM Philips Ingenia 1,5 Tesla e di una RM Philips Ingenia 3 Tesla, le migliori strumentazioni presenti in Italia. I nostri magneti sono dotati di sofisticati software che ci consentono di acquisire le immagini in digitale e in alta risoluzione, evitando artefatti e imprecisioni nella diagnosi dell’esame.

Le nostre apparecchiature garantiscono notevoli benefici al paziente
La durata dell’esame è dimezzata. Il tunnel di 70 cm, il più largo sul mercato, fornisce più spazio e contribuisce a ridurre l’ansia.
L’ illuminazione e i flussi di aria regolabili creano un ambiente confortevole per chi soffre di claustrofobia.
Il rumore acustico percepito dal paziente è ridotto di oltre l’80%.

L’Entero RM al Centro Igea a Napoli

L’Entero RM è disponibile presso il Centro Igea a Sant’Antimo.

Modalità di prenotazione

L’esame si prenota chiamando il Numero Verde 800 60 83 83

Informazioni per la prescrizione dell’esame

Codici Esame

Entero RM senza MDC
88951.001 RM ADDOME SUPERIORE
88954.001 RM ADDOME INFERIORE

Entero RM con MDC
88952.001 RM ADDOME SUPERIORE SENZA E CON MDC
88955.001 RM ADDOME INFERIORE SENZA E CON MDC

Richiesta informazioni

Compila il seguente modulo in ogni suo campo. Verrai ricontattato il prima possibile dal nostro personale che saprà rispondere a tutte le tue domande e saprà darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

La tuo cellulare (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Preso atto dell'informativa al trattamento dei dati personali, l'utente:

esprime il consenso al trattamento per finalita' di cui all'art 3 lettere a) dell'informativa.