radiografia-gravidanza-igea-s.antimo

La gravidanza è uno stato fisiologico naturale ma, per far crescere correttamente il bambino, il corpo di una donna deve affrontare cambiamenti importanti che, in qualche caso, possono incidere sulla sua salute.

Calcio in gravidanza

Il bambino per sviluppare le ossa assorbe il calcio di cui ha bisogno dalla madre. Da qui la necessità di un’alimentazione corretta per evitare che il bambino lo prelevi direttamente dalle ossa e dai denti della mamma!

Per limitare i problemi del cavo orale durante la gravidanza, le donne in dolce attesa dovrebbero quindi prendersi cura dei propri denti più del solito. Infatti, anche nelle donne con una buona salute orale, l’aumento dei livelli ormonali provoca frequentemente gonfiore e sanguinamento alle gengive che possono facilmente degenerare in gengiviti.

E se arriva il mal di denti?

Radiografie in gravidanza

Se è possibile evitare l’esposizione ai raggi X in gravidanza è meglio, ma, se non è possibile evitare la radiografia, è molto importante comunicare agli operatori di essere in gravidanza, in modo che possano tarare la macchina con la minor dose di radiazioni possibile. In ogni caso, le radiografie eseguite nel primo trimestre di gravidanza, se lontane dall’addome, che sarà comunque protetto da una schermatura, ed eseguite una sola volta non sono pericolose per lo sviluppo del bambino.

Farmaci contro il mal di denti
Spesso le donne si chiedono se i farmaci per il dolore possono essere presi in gravidanza. I farmaci anti-infiammatori classici, come l’ibuprofene o l’aspirina sono considerati sicuri solo per brevi periodi di tempo (48-72 ore), ma dovrebbe essere evitata l’assunzione durante il primo e il terzo trimestre di gravidanza.
Tra gli antidolorifici e gli antiinfiammatori, il paracetamolo (Tachipirina) è sempre il farmaco di elezione.

Antibiotici
L’ascesso dentale è una delle infezioni che affligge più frequentemente il cavo orale e che viene solitamente curato con antibiotici. Che fare quando ci si trova in gravidanza, con tutto quello che ne potrebbe conseguire a livello di salute del feto? Alcuni antibiotici, come quelli appartenenti alla classe delle penicilline (eritromicina per le pazienti allergiche alle penicilline), sono sicuri mentre non si dovrebbe mai prescrivere una tetraciclina, in qualsiasi forma. Questi farmaci macchiano sia i denti da latte, sia i denti degli adulti. Un’altra categoria di antibiotici che dovrebbero essere evitati durante la gravidanza sono i fluorochinoloni (ciprofloxacina, levofloxacina, moxifloxacina).

Anestesia
Qualora si rendessero necessari degli interventi come l’estrazione, una blanda anestesia non avrà alcuna conseguenza sul bambino. La lidocaina e la mepivacaina sono generalmente considerate sicure in gravidanza. Invece, anche se non controindicato, è stato dimostrato che l’ossido di azoto può presentare rischi in gravidanza, e dovrebbe essere usato solo se altri agenti anestetici sono inadeguati, e solo dopo aver consultato il medico.

I colluttori
Anche se spesso lo si ignora, i collutori in realtà sono farmaci che sono utilizzati negli adulti per uccidere i batteri. I principi attivi (cloruro di cetilpiridinio, xilitolo, ecc.) sono generalmente sicuri, ma se il risciacquo contiene alcool, non deve essere utilizzato da una donna incinta. Anche se si sputa la maggior parte del risciacquo, purtroppo il 9% -14% può ancora essere ingerito o assorbito. Quindi, è preferibile evitare l’uso di collutori alcolici durante la gravidanza.

NB: Prima di assumere qualunque farmaco in gravidanza è necessario consultare il proprio ginecologo o medico curante.

Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00