Tac-Cardiaca-Igea-S.Antimo

Un’indagine radiologica tecnologicamente evoluta, altamente affidabile e poco invasiva, in grado di analizzare le arterie coronarie e di individuare o escludere eventuali anomalie a carico del cuore.

La principale caratteristica della TAC Cardiologica è la capacità di esplorare in modo rapido e dettagliato l’anatomia del cuore fornendo una serie di informazioni estremamente importanti nella diagnosi e nella terapia delle malattie cardiovascolari.

Ne parliamo con il Dr Mario Fusari, Direttore Sanitario del Centro Igea a Sant’Antimo in provincia di Napoli.

Con quanta precisione è possibile valutare il rischio di patologie cardiovascolari ?

La prevenzione e la cura delle malattie cardiovascolari, a causa della loro diffusione e della loro gravità, per noi come per tutta la comunità medica, costituisce da anni un impegno prioritario.
Fortunatamente i progressi tecnologici degli ultimi anni permettono di eseguire esami sempre più sofisticati come la Cardio TAC Multistrato 3D, un’indagine radiologica in grado di valutare lo stato di salute del cuore e in particolare delle coronarie, difficilmente osservabili mediante le procedure diagnostiche tradizionali.

In cosa consiste la Cardio TAC Multistrato 3D?

La TAC Cardiologica Multistrato è una metodica diagnostica poco invasiva che, attraverso la somministrazione di mezzo di contrasto, consente di visualizzare nel dettaglio l’anatomia del cuore attraverso una ricostruzione tridimensionale delle immagini.
L’indagine consente di evidenziare eventuali ostruzioni delle arterie coronariche che potrebbero nel tempo scatenare condizioni più gravi come un infarto.
Inoltre, l’esame permette di evitare la coronarografia, caratterizzata da una certa invasività e indispensabile solo nel caso in cui il sospetto clinico di malattia coronarica sia alto o necessiti di contestuale intervento chirurgico.

Chi può beneficiare di questo esame così innovativo?

La TAC Coronarica è indicata in caso di basso o medio rischio di cardiopatia ischemica e quindi in tutte le patologie accomunate da una ridotta perfusione ed ossigenazione del muscolo cardiaco.
I principali candidati all’esame sono i Pazienti con dolore toracico e per i quali altre indagini abbiano fornito risultati non conclusivi, quelli con pregressi by-pass, i pazienti con occlusioni coronariche croniche e quelli che devono sottoporsi a interventi sulle valvole cardiache.

L’innovativa Aquilion One 640 slice, prodotta da Toshiba Medical System.

Quali tecnologie rendono possibili questi risultati?

Negli ultimi trenta anni si sono realizzati progressi prima difficilmente immaginabili nella cura dell’uomo, grazie alla sinergia fra tecnologia e medicina. Il Gruppo Igea, sin dalla sua nascita, ha messo a disposizione dell’équipe medica le tecnologie più avanzate in ambito diagnostico radiologico. Attualmente disponiamo della innovativa Aquilion One 640 slice, prodotta da Toshiba Medical System, una delle TAC più avanzate al mondo. Il numero delle slice, 640, indica quanti strati e sezioni di dettaglio dell’organo è possibile visualizzare e analizzare singolarmente e tridimensionalmente.

Cosa rende così precisa questa TAC rispetto alle precedenti?

Le preziose caratteristiche tecniche di questa apparecchiatura garantiscono la massima qualità degli esami e il massimo comfort al paziente in un ambiente spazioso e rilassante: estrema precisione nell’acquisizione delle immagini, maggiori informazioni diagnostiche, dose di raggi X minima e tempi di scansione ultrarapidi che permettono la riduzione della dose del mezzo di contrasto.
Ma la vera innovazione della nostra TAC è l’essere patient-friendly e quindi particolarmente indicata per i bambini e gli anziani.

Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00