Noduli al seno. Differenze e condizioni

Innanzitutto, la maggior parte dei noduli al seno sono benigni, il che significa che non sono cancerosi, specialmente nelle donne di età inferiore ai 40 anni. Ma quali sono le differenze tra i noduli del cancro al seno e i noduli benigni?

Distinzioni

Il seno è costituito da grasso, nervi, vasi sanguigni, tessuto connettivo fibroso e tessuto ghiandolare, nonché da un intricato sistema di lobuli che produce latte. Questa anatomia rappresenta già di per sé un terreno abbastanza irregolare. Un nodulo mobile che rotola tra le dita e con contorni rotondeggianti, di solito è benignoUn nodulo più duro, ben radicato e con contorni non definitiha più probabilità di essere maligno. Questa è una buona regola empirica, ma l’unico modo per essere certi è attraverso la saggezza del medico e dei test specializzati, come un’ecografia, o una mammografia.

Condizioni benigne

I noduli e le condizioni benigne del seno sono direttamente correlati al ciclo mestruale, alle oscillazioni ormonali e all’accumulo di liquidi associato al ciclo mensile. A causa delle fluttuazioni del tessuto mammario che si verificano in risposta agli ormoni, in genere è bene fare un esame ogni mese, magari proprio pochi giorni dopo la fine del ciclo mestruale. Altri noduli e condizioni benigne del seno possono essere correlati a dotti del latte tappati, infezioni o lesioni al seno.

Alterazioni fibrocistiche

Sono le condizioni benigne del seno più comuni. I sintomi comprendono tessuti teneri, fibrosi, un ispessimento della pelle o una cisti rotonda e piena di liquido. Questi cambiamenti, correlati alla oscillazioni ormonali, possono aumentare con l’avvicinarsi della mezza età, per poi scomparire con la menopausa.

Fibroadenoma

Si verificano nelle donne più giovani e sono più comuni in coloro che usano pillole anticoncezionali. Questo tumore benigno varia di dimensioni. È mobile sotto la pelle, rotondo e duro. Se il fibroadenoma si restringe o non cresce nel tempo, e il medico è sicuro della diagnosi, potrebbe decidere di lasciarlo in dov’è.

Necrosi grassa

Si verifica quando il tessuto adiposo della mammella viene danneggiato da lesioni, con conseguente formazione di grumi rotondi e compatti. È più comune nelle donne con seno grande, soprattutto in quelle obese. A volte la necrosi produrrà quella che viene chiamata una cisti oleosa, che il medico può drenare con un ago.

Scarico dal capezzolo

A volte le donne sperimentano secrezione dal capezzolo con o senza un nodulo al seno. Il colore della secrezione, correlato a cambiamenti fibrocistici benigni, può variare dal giallo al verde.

Mastite

Si verifica più comunemente nelle donne che allattano. Poiché questi sintomi sono simili al carcinoma mammario infiammatorio, se si verificano in una donna che non sta allattando (e soprattutto se non scompaiono con compresse e antibiotici), il medico potrebbe procedere con una biopsia.

Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00