Dolore alla spalla. Disturbi più comuni e rimedi

Forse fino ad ora non hai mai avuto problemi, ma i dolori alla spalla sono piuttosto comuni. Però non è detto che sia sempre possibile capirne la causa. I problemi avvertiti in altre parti del corpo potrebbero essere la fonte del dolore, che poi si irradia alla spalla. Questo ad esempio può avvenire con alcuni problemi al collo, come l’artrite e le ernie del disco.

Se avverti molto dolore o sai di esserti ferito, sarebbe meglio consultare subito un medico per diagnosticare le condizioni della spalla. Se il dolore è lieve, potrebbe non essere necessario: prova ad adattare le tue attività, assumendo farmaci antinfiammatori (non steroidei) ed eseguendo lievi allungamenti per vedere se il dolore migliora da solo. Tuttavia, se il dolore non scompare dopo alcune settimane, è necessario consultare il proprio medico.

Lesioni e irritazioni della cuffia dei rotatori

La cuffia dei rotatori è un gruppo di muscoli e tendini che aiutano a legare la spalla nell’incavo e consentono di spostarlo con un movimento circolare. La maggior parte dei problemi rientra in due categorie: lacrime o infiammazione. Sospetti un problema alla cuffia dei rotatori se hai dolore o rigidità alla spalla, quando sollevi il braccio sopra la testa, o quando ti avvicini alla schiena.

Impingement

O sindrome da conflitto sub-acromiale, si verifica in presenza di irritazione, infiammazione o compressione dei tendini o della borsa (la sacca piena di liquido che si trova tra le ossa) nella spalla. Può essere causata da un infortunio, ma può anche derivare solo dall’usura generale della vita quotidiana.

Lacrime della cuffia dei rotatori

Una lacrima può essere parziale, nel caso in cui solo una parte del tendine viene strappata dall’osso a cui è attaccata. Oppure può esserci uno strappo completo, che fa separare completamente il tendine dall’osso. “Sebbene i più giovani possano avere lacrime alla cuffia dei rotatori, diventano più comuni con l’avanzare dell’età, forse perché l’interfaccia tra il tendine e l’osso si indebolisce e diventa più suscettibile alle lesioni”, afferma il dottor Ramappa.

Rispetto all’impingement, è più probabile che una lacrima sia causata da una lesione. Cause comuni includono cadere sul ghiaccio, essere tirato da un cane al guinzaglio o inciampare e atterrare sulla spalla. In altri casi, i problemi sorgono apparentemente senza causa.

Se si sospetta una lacrima o si avverte un dolore improvviso a causa di un infortunio, consultare immediatamente un medico, poiché potrebbe essere necessario un intervento chirurgico per risolvere il problema. Ma se non si verificano debolezza e il dolore non è grave, il riposo e i farmaci antinfiammatori possono essere sufficienti per alleviare il disagio.

Tendinite calcifica

Il dolore da tendinite calcifica proviene da depositi di calcio incorporati nei tendini della cuffia dei rotatori. Sebbene non sia chiaro esattamente cosa causi la formazione di questi depositi, alcuni esperti ritengono che potrebbero derivare da un processo di guarigione del legamento andato storto.

Il trattamento ha lo scopo di alleviare il dolore e preservare la gamma di movimento della spalla. Le opzioni includono farmaci antinfiammatori, iniezioni di corticosteroidi e terapia fisica. Se il dolore è grave o persistente, il medico può suggerire un intervento chirurgico per rimuovere i depositi.

Capsulite adesiva

Comunemente definita spalla congelata, la capsulite adesiva è causata da un ispessimento e un irrigidimento dei tessuti attorno all’articolazione della spalla. In genere si sviluppa nelle persone trai 40 e i 60 anni. La spalla congelata è più comune nelle donne che negli uomini e nelle persone con determinate condizioni mediche, come diabete, colesterolo alto o disturbi alla tiroide.

La spalla congelata può verificarsi dopo un impingement della cuffia dei rotatori, una lacerazione del tendine o anche lesioni lievi. Ma il motivo per cui alcune persone continuano a sviluppare una spalla congelata non è chiaro, afferma il dottor Ramappa. Qualcuno con dolore alla spalla può esitare a muovere il braccio a causa di quei problemi, che portano a ulteriore dolore e rigidità. Di conseguenza, può diventare praticamente impossibile muovere la spalla per settimane o mesi. Il problema spesso scompare dopo un certo periodo di tempo, ma ciò può richiedere fino a tre anni, secondo l’AAOS. La terapia fisica è talvolta raccomandata per la spalla congelata, ma questo può essere abbastanza doloroso in alcuni casi, dice il dottor Ramappa. Altri interventi includono farmaci antinfiammatori non steroidei, iniezioni di corticosteroidi o, in alcuni casi, chirurgia. Ma nella maggior parte dei casi, i pazienti rispondono bene al trattamento non chirurgico.

Osteoartrite

Si sviluppa quando i cuscini di cartilagine tra le ossa della spalla si erodono, facendo sfregare le ossa l’una contro l’altra. Esistono numerosi trattamenti per l’artrosi, tra cui riposo, modifiche alle attività, farmaci antinfiammatori, iniezioni di corticosteroidi e interventi chirurgici.

Ricordate che l’esecuzione di allungamenti semplici, due o tre giorni alla settimana, può aiutare a mantenere i muscoli flessibili e ridurre il dolore, a condizione che il medico lo approvi.

Fonte: health.harvard.edu

Le informazioni fornite in questo articolo hanno natura generale e sono pubblicate a scopo puramente divulgativo, pertanto non possono sostituire in alcun caso il parere del medico

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00